GIANLEO LICATA

.

Gianleo Licata nasce a Milano il 16 novembre del 1979. Fin da giovane attratto dall’ arte, entra a far parte di una compagnia teatrale agrigentina, la ”Contaminazio” del regista Giovanni Volpe con la quale, alla prima uscita, vince il premio nazionale “Bombetta D’oro” tenutosi ad Altamura in Puglia , come miglior spettacolo. Nel 2005 viene ammesso all’ Accademia Europea D Arte Drammatica (L.A.M.B.A.) a Roma. Studia tecniche moderne non dimenticando le tradizioni classiche del teatro russo e shakespeariano. Si perfeziona seguendo un corso con il maestro russo Anatolij Vasiliev sul metodo dell’ “etude” che sarà anche l argomento finale della sua tesi di laurea. Diplomatosi nel 2008, segue un master presso l Università di Malta sulle arti performative e ottiene l attestato Gold dalla London Accademy in recitazione in lingua inglese. Torna in Sicilia e mette in scena “Pipino il Breve”, musical in due atti, col quale vince premi che lo porteranno, nel 2010, ad esordire a Bolzano con la sua prima regia al “Festival delle Regioni” per rappresentare proprio la Sicilia. Nel 2012 mette in scena “Sedie” di E. Ionesco, testo del teatro dell’ Assurdo vincitore di due premi miglior attrice protagonista. Nel 2015 è la volta di “Addams”, allestimento scenico nella classica tradizione del musical americano. Oltre alle produzioni teatrali si dedica all’ insegnamento, dapprima attraverso stages per giovani attori, poi dal 2014 come titolare di cattedra in recitazione e dizione presso il Centro studi Skene’ , scuola di arti dello spettacolo di Sciacca. Nel 2014 segue un corso e si abilita nel metodo “sonrise”,tecnica dell’ improvvisazione del quotidiano, utilizzato come mezzo per il recupero dei decifit dei bimbi autistici. Nel 2017 esordisce al premio nazionale Salvo Randone con il dramma “Chi ha paura di Virginia Woolf?” come attore e regista; viene anche selezionato nel cast di “Smith di Sicilia” per la regia di John Peter Sloan in uscita nel 2018.

2019-01-03T17:02:29+00:00